Tecniche sicurezza

La tecnica ascensoristica al servizio della sicurezza

sicurezza scensori


Fondiamo una raffinata tecnica ascensoristica e l’impiego dei componenti leader sul mercato, per una accresciuta sicurezza ed efficienza.

Quadro di manovra. I quadri di manovra proposti per la modernizzazione prevedono il controllo della velocità VVVF per motori asincroni o Gearless, tramite inverter, per ottenere dolcezza alla partenza e rallentamento in fase di arrivo, con una precisione del livellamento al piano non raggiungibile dai sistemi tradizionali. Moderni quadri a microprocessore in luogo dei superati sistemi elettromeccanici a relè.

Funzionamento in emergenza. Su impianti dotati di quadro a microprocessore, o anche dotati di vecchi quadri di manovra a relè, è possibile applicare un sistema che sovrintende al funzionamento del ciclo di emergenza (riporto al piano della cabina in mancanza dell’alimentazione principale, con riapertura delle porte se automatiche, o senza se a battente).

Argani di trazione. Argani di dimensioni compatte rispetto al passato, grazie a motori più prestazionali, più silenziosi nel funzionamento e dotati di lubrificazione “a vita”.

Porte automatiche. Gli interventi proposti riguardano la meccanizzazione di sistemi ex-manuali, attraverso l’applicazione di porte automatiche, sia all’interno della cabina, sia in corrispondenza dei piani. Anche con l’ampliamento della luce netta di passaggio.

Lampada di emergenza in cabina. L’applicazione di un lampada di emergenza in cabina, ove non esistente, costituisce un elemento di sicurezza “attiva”, poiché permette all’utenza eventualmente rimasta al buio di non conoscere il panico ed il senso di smarrimento conseguente ai momenti successivi all’inizio del black-out elettrico.

Telesoccorso. Un altro elemento di sicurezza “attiva” è costituito dall’impianto di telesoccorso. Qualora l’utente dovesse rimanere bloccato nella cabina, potrà, semplicemente premendo un pulsante posto nella cabina, colloquiare con il nostro Centro e richiedere assistenza per un pronto intervento. L’applicazione si presta particolarmente negli impianti di vecchia generazione.

Pompa a mano. Negli ascensori a trazione idraulica che ne sono sprovvisti, l’applicazione della pompa manosecondo normativa EN 81, utilizzata per lo sblocco del paracadute e lo sblocco della valvola di blocco, munita di leva ad azionamento manuale, permette il corretto riporto della cabina al piano in caso di avaria di natura elettrica, meccanica o idraulica.

Share by: